Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione Pagina 1 di 1
 
Fedora su pendrive - Tre metodi
Autore Messaggio
Rispondi Citando
Messaggio Fedora su pendrive - Tre metodi 
 
Image
Personalmente, ritengo utile avere una copia di Linux su pendrive da usare in situazioni d’emergenza o magari per mostrare a un amico la potenza del pinguino, senza andare a “toccare” l’ Hard Disk del suo computer.
Vediamo come preparare un supporto USB Live che ci permetta di eseguire Fedora Linux .
Esistono molteplici strumenti per creare una copia di Fedora su un supporto USB, in questo post farò riferimento a tre dei più usati, e cioè:
1) liveusb-creator
2) livecd-tools
3) il comando dd
Partiamo dal più semplice, ossia il programma liveusb-creator.
Anzitutto, installiamolo tramite Sistema>Amministrazione>Add/Remove Software, o dal terminale, digitando:

# yum install liveusb-creator

Adesso lanciamo il software selezionando Applicazioni>Sistema>liveusb-creator, e inseriamo la password di root quando richiesto.
Successivamente optiamo tra Usa Live CD esistente, specificandone il percorso nel file system e scarica Fedora selezionando un file dal menu a discesa.
Ora scegliamo il tipo di supporto sul quale collocare Fedora, per esempio una penna USB.
In seguito, stabiliamo lo spazio extra da allocare, spazio che verrà usato da Linux per salvare sul dispositivo rimovibile i nostri documenti, nonché gli eventuali programmi che installeremo.
Al termine di tali operazioni premiamo il pulsante Crea Live USB per avviare il processo.
L’altra possibilità che ci viene offerta per creare l’immagine USB, come accennato all’inizio è l’utilizzo del pacchetto livecd-tools.
Installiamolo sul sistema:

su –c 'yum –y install livecd-tools'

poi inseriamo la chiavetta in una porta USB.
Fatto ciò, procediamo a riconoscere il nome del dispositivo relativo al supporto USB.
Se il supporto ha un nome volume, possiamo individuarlo nella directory /dev/disk/by-label o usare il comando findfs in questo modo:

su –c 'findfs LABEL=”MyLabel”'

se invece il supporto non ha un nome volume, o risulta sconosciuto, proviamo ad usare blkid, o a dare un’occhiata al file /var/log/messages per i dettagli:

su –c 'less /var/log/messages'

quindi appena pronti, serviamoci del tool livecd-iso-to-disk per scrivere il file dell’immagine ISO sulla pennetta:

su –c 'livecd-iso-to-disk immagine.iso /dev/sdX1'

naturalmente, sostituire sdX1 con il nome del dispositivo, per usare la partizione della chiave USB (es. sdb1, sdc1, sdd1, etc…)
Il terzo metodo consiste nell’uso del comando dd, che in questo caso sfrutteremo per ottenere la nostra copia di Fedora su USB impiegando un qualsiasi sistema operativo Unix-Like (Mac OS X incluso).
Con dd trasferiamo l’immagine ISO sul drive USB in questa maniera:

dd if=path/immagine.iso of=device

dove path/immagine.iso è il percorso in cui si trova la ISO di Fedora e device è la periferica USB, ad esempio:

dd if=~/Download/F15-Server-i386-DVD.iso of=/dev/sdb

Da notare che adoperando tale soluzione, tutti i file contenuti nella pendrive verranno sovrascritti senza chiedere conferma, per cui è vivamente consigliato eseguire preventivamente un backup dei nostri dati importanti.





Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:   

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi scaricare gli allegati in questo forum
Non puoi inserire eventi calendario in questo forum